COME POSSIAMO SAPERE SE UNA SCELTA E’ BENE O MALE?

Bene o male?

COME POSSIAMO SAPERE SE UNA SCELTA E’ BENE O MALE?

Quante volte, davanti ad un bivio, non sai quale direzione prendere, soprattutto quando stai vivendo una fase di cambiamento?

La cosa peggiore che puoi fare è accanirti aspettando una risposta e pretendendo che arrivi subito, nel momento stesso in cui è stata formulata la richiesta.

LA COSA MIGLIORE CHE PUOI FARE

La cosa migliore che puoi fare in questi casi è affidare la tua domanda all’Universo e fare in modo di eliminare l’attaccamento alla risposta, rimanendo in completa fiducia che l’Universo risponderà alla tua vibrazione, quando sarai pronta ad accogliere la risposta stessa.

Rimanere in completa fiducia, in questa fase, è la cosa migliore che puoifare per evitare ansie e paure. L’Universo risponde sempre: risponde quando sei pronta a conoscere realmente la risposta alla domanda che gli hai affidato.

E’ un vero e proprio “atto di fede”. Non è semplice, lo so, ma è la cosa più efficace che possiamo fare.

COGLI I SEGNALI

L’Universo ti manda segnali di continuo, devi fare spazio nella tua mente per essere in grado di vederli e comprenderli: come puoi farlo se sei concentrata solo sulla rabbia che il risultato non ti sia ancora arrivato?

Tutte le volte che ho scelto questa strada per prendere una decisione, tutte le volte che ho fatto spazio e che mi sono messa in ascolto dei segnali (anche e soprattutto visivi), ho saputo più chiaramente scegliere, ho saputo orientarmi verso la scelta migliore per me, con un approccio più sereno e consapevole.

E SE FOSSE UNA SCELTA SBAGLIATA?

Le scelte sbagliate ci aiutano a comprendere cosa non vogliamo più, quindi a sapere esattamente ciò che vogliamo.

Imparare a conoscerti, anche sperimentando e ascoltandoti quando scegliamo, ti aiuta a dare una direzione, a scegliere la tua.

Proprio come quando lanci la monetina per scegliere se è meglio una strada piuttosto che un’altra, proprio mentre la monetina è in aria, la cosa che desideri diventa chiara..

L’AVVENIMENTO NON VOLUTO

“Sono sfortunata”, “Capitano tutte a me”, “Se quella persona non avesse fatto quello, non sarebbe successo tutto questo”.

Quante volte hai sentito queste frasi, o le hai dette anche tu?

La cosa più semplice da fare quando ti accade qualcosa che non ti piace o non ti aspettavi è puntare il dito contro un evento o persona che sia esterna a te.

Cosa accadrebbe invece se ti chiedessi cosa avresti potuto fare meglio in quella situazione affinchè quell’evento non voluto non si verificasse?

Quando punti il dito contro un’altra persona, hai tre dita della tua stessa mano puntate contro di te” .. prova a verificare tu stessa!

TE LO DIRA’ IL TEMPO

Come puoi sapere se l’accaduto è una disgrazia per me? Aspetta e vedrai cosa accadrà nel tempo.

Magari ti renderai conto che è stato un bene per te che quella cosa specifica non accadesse.. prova a pensarci!

Da oggi, prima di puntare il dito o catalogare subito come “disgrazia” un evento negativo che ti sta accadendo, o che ti è accaduto, scegli di aspettare e vedere cosa succederà nel tempo: può essere che tu abbia trovato la migliore occasione per la tua vita!

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con un amico/a che non sa quale direzione prendere in questo momento!

Scrivi a info@claudiagrossi.it se vuoi approfondire l’argomento e se vuoi un percorso disegnato su misura per te, per fare la tua scelta giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.