Coaching&Spiritualità

COME POSSIAMO UNIRE COACHING E SPIRITUALITA’?

SIAMO UNA PERFETTA CONNESSIONE TRA CORPO E ANIMA

COACHING 

Il percorso che Coach e cliente intraprendono insieme, creando un reale rapporto di fiducia, assenza di giudizio, ascolto e accettazione.
 
Attraverso tecniche, esercizi e domande il Coach può aiutarti a far emergere i tuoi talenti e il tuo potenziale, per aiutarti a sbloccare una situazione in cui ti senti ferma, senza più risorse.

Imparerai, così, a fare luce sui tuoi pensieri che ti limitano e quelli che ti potrebbero aiutare a volare, attingendo dalle risorse che hai dentro di te e ancorandole saldamente a te stessa.

Un Coach può aiutarti guardare quello che vivi con altri occhi, a visualizzare i risultati e gli obiettivi che vuoi ottenere, a disegnare la nuova strada per portarti dove desideri e a fare il primo passo verso l’azione, abbattendo la paura che ti blocca in questo momento.

Puoi apprendere come comunicare meglio con te stessa e con gli altri in modo da migliorare la relazione con te stessa, come prima cosa, e poi le relazioni con gli altri.

Il Coach non è un terapista, un amico o un motivatore e non si sostituisce al tuo percorso di crescita.

Ogni cosa che puoi raggiungere parte da ciò che profondamente ti motiva

PERCHÉ HO SCELTO DI ESSERE COACH  

Durante una Coaching emergono similitudini tra te e la persona che hai di fronte per mettere in luce aspetti utili alla crescita sia del coach che del Coachee (cliente in Coaching).

È un lavoro meraviglioso, quello del Coach, perché si possono creare relazioni, trovare risposte a quesiti che la vita ti propone in quel momento, avere punti di vista e strumenti nuovi, fino a far emergere le tue ali per volare partendo da radici profonde, che possiamo ancorare saldamente a te stesso.

Questa professione non smette mai di essere nuova: ogni cliente rivela il suo straordinario mondo ed è un onore essere utile al suo sviluppo, alla sua creatività e alla sua realizzazione.

Voglio essere parte del tuo miglioramento, contribuire a rendere produttivi i tuoi stati d’animo e le tue risorse, a migliorare il tuo ambiente, proprio come è accaduto a me.

“Dare è la più alta espressione di potenza. Nello stesso atto di dare, io provo la mia forza, la mia ricchezza, il mio potere. Questa sensazione di vitalità e di potenza mi riempie di gioia. Mi sento traboccante di vita e di felicità. Dare dà più gioia che ricevere, non perché è privazione, ma perché in quell’atto mi sento vivo; amare è più importante che essere amato.” – Eric Fromm

Integrare la parte spirituale alla mia parte razionale è stato per me fondamentale, sia nella formazione, ma soprattutto nella mia vita.

SPIRITUALITA’

Per me spiritualità significa accettare quello che la vita mi propone come parte di un percorso, come un insegnamento, cercando di trasformare ogni difficoltà in opportunità di crescita, di conoscenza, di apprendimento ed integrazione di me stessa.

Cercare un altro modo di vedere una situazione che non mi piace, che mi sta scomoda o che mi crea sofferenza, è sempre motivo di crescita: mi affido all’Universo quando non so cosa fare, chiedo aiuto, lascio andare e rimango in ascolto.

Mettere da parte l’ego, farsi vuoto e imparare ad ascoltare la propria emozione, accogliere il messaggio profondo, stare nell’esperienza. Imparare a dissolvere il proprio lato emotivo per accogliere ogni cosa che siamo chiamati a vivere, solo come fosse un’esperienza da cui apprendere, grazie alla quale elevarci, senza più giudicarla o volerla catalogare.

Come si può fare? Con i giusti passi e con l’esperienza. Ogni cosa ha bisogno di tempo per essere appresa, consolidata e amata.

Tutto questo per osservare il tuo sé interiore, per comprendere il reale significato di ciò che ci accade e per comprendere il messaggio che serve poi alla nostra evoluzione.

Senza chiamare per nome, senza identificarsi, destrutturando ego e personalità, per arrivare alla tua vera Essenza, all’espressione del tuo sé Superiore, autentico.

“Non definirmi mi solleva e mi alleggerisce”

Impara a conoscere il modo in cui parli a te stesso: il modo in cui ti definisci crea la tua realtà.

Gli strumenti sono tutti accessori a questo modo di essere, di tornare ad essere, alla parte più vera e autentica. La destrutturazione permette il risveglio al nostro sé spirituale più profondo.

Ma siamo umani e anche il nostro ego ha bisogno di essere soddisfatto.

L’obiettivo ultimo è di farci canale, di incarnare attraverso di esso il proprio scopo di vita.

E SI CREA LA MAGIA: IL COACHING DIVENTA COACHING PER L’ANIMA

ACCOGLIERE LE NOSTRE OMBRE

Accettare e integrare la nostra parte oscura è uno dei modi per entrare in contatto con la parte più profonda di noi stesse.

Io ho imparato a farlo con la “Lettura dell’Ombra”, tecnica che ho imparato durante la certificazione come Spiritual Coach®. Con questo strumento ho imparato a guardare le mie parti in ombra, a conoscerle, accettarle e integrarle nella luce: perchè senza ombra non può essere Luce, e viceversa.

Whatsapp
Invia